Comunicato stampa n.734 (10-2018)


Il Comando del Corpo di Polizia Municipale dell’Unione delle Terre d’Argine rende noti i dati più importanti dell’attività svolta nel corso del 2017, e che saranno pubblicati anche sulla home page del sito dell’Unione, all’indirizzo www.terredargine.it.

Il 2017 sarà per sempre ricordato per due eventi molto importanti del nostro territorio ovvero la visita a Carpi di Papa Francesco e del Presidente della Repubblica Mattarella, che hanno messo alla prova la viabilità cittadina e non solo. In particolare, in entrambe le occasioni, è stata garantita la sicurezza viabile della moltitudine dei partecipanti alle iniziative, tutelando, al contempo, la libertà di circolazione e consentendo l'accesso dei residenti e/o commercianti alle loro abitazioni e/o attività.
Nel corso del 2017 la Polizia Municipale dell’Unione ha continuato a svolgere le attività proprie del Corpo, ovvero il controllo della mobilità e della sicurezza stradale, la vigilanza a tutela della libertà di impresa e del consumatore nonché della vivibilità e della sicurezza urbana, comprensiva delle attività di polizia giudiziaria ed edilizia. La Polizia Municipale ha inoltre dedicato particolare attenzione allo sviluppo del senso civico, privilegiando il rapporto con i cittadini. In particolare, si è adoperata per la promozione della civile convivenza tramite il proseguo del progetto di espansione del Controllo del Vicinato, che ha visto la nascita di ulteriori gruppi, quale forma di sicurezza partecipata che contribuisce al miglioramento della sicurezza reale ma anche di quella percepita da parte degli abitanti.
Si è inoltre intensificato nel corso dell’anno l’utilizzo dei social media, in particolare Twitter, per garantire una sempre maggiore e costante informazione sulle principali tematiche di rilevo, nonché di ulteriori mezzi informativi, al fine di favorire una comunicazione semplice e immediata con il cittadino. Non solo attività preventiva contro il verificarsi di eventi di microcriminalità ma nel corso del 2017 è stata attuata una rilevante novità, consistente nella promozione d’interventi d’aiuto e sostegno alle vittime di fattispecie criminose.
Da non dimenticare, in quanto di fondamentale importanza per la nostra attività, la realizzazione del progetto denominato “Cruscotto Legalità 3.0-tecnologia e formazione a supporto degli enti locali”  il quale ha avuto come obiettivo quello di proseguire le attività poste in essere dal Tavolo Permanente per la Legalità e il Contrasto alla Criminalità Organizzata in capo all’Unione; in particolare, oltre alla messa a punto dell’analisi dei dati del territorio disponibili attraverso l’implementazione e lo sviluppo di un software appositamente creato ed utilizzato da parte della Polizia Municipale per lo svolgimento delle attività d’indagine, è stato organizzato un piano formativo attinente alle materie oggetto del progetto rivolto a dipendenti pubblici e mondo delle imprese.

RISORSE UMANE (NUOVE ASSUNZIONI) E STRUMENTALI

ORGANICO
Al 31/12/2017 l’organico della Polizia Municipale era formato complessivamente da 98 unità rispetto alle 101 unità del 2016, così suddivise: 1 comandante, 1 vicecomandante, 4 commissari, 11 ispettori, 76 agenti (contro i 79 agenti del 2016) e 5 dipendenti amministrativi.

ASSISTENTI CIVICI
Anche nel 2017 ci siamo avvalsi della preziosa collaborazione, a supporto dell’attività del Corpo, dei 129 Assistenti Civici, che hanno effettuato circa 1.800 servizi con un totale di oltre 2.600 ore sull’intero territorio dell’Unione.

DOTAZIONE VEICOLI

VEICOLI Totale
Autoveicoli attrezzati per rilievo incidenti stradali  5
Autoveicoli 15
Motocicli 12
Auto ‘borghesi’ 7
Velocipedi 12
Velocipedi per assistenti civici 10

SICUREZZA STRADALE: POL.STRADALE-INFORTUNISTICA

ATTIVITA’ DI POLIZIA STRADALE
Assidua è stata la presenza sulla strada che ha consentito di controllare circa 25.130 veicoli (compresi velocipedi, ciclomotori e mezzi pesanti), in media circa 68 al giorno, sostanzialmente in linea con lo scorso anno; i posti di controllo sono stati 3050 circa. Le violazioni accertate al Codice della Strada sono state circa 13.700 (circa 14.000 quelle del 2016).
Tra queste si evidenziano:

  • 1110 violazioni circa derivanti dal passaggio con semaforo rosso;
  • 650 violazioni circa derivanti da revisione scaduta;
  • 620 violazioni circa in materia d’inottemperanza all’invito di presentare documenti ed omessa comunicazione dati conducenti;
  • 448 violazioni circa derivanti da mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e sistemi ritenuta bimbi;
  • 390 violazioni circa derivanti dalla velocità rilevata con strumenti;
  • 390 violazioni circa derivanti dall’utilizzo del cellulare durante la guida e dal mancato uso di lenti;
  • 260 violazioni circa in materia di divieto di sosta in area riservata ai disabili;
  • 220 violazioni circa in materia d’inefficienza veicoli/usura pneumatici/luci;
  • 195 violazioni circa derivanti dalla mancata precedenza;
  • 160 violazioni circa derivanti dalla guida di veicolo senza assicurazione;
  • 145 violazioni circa in materia di tempi di guida e riposo durante i servizi di Autotrasporto;
  • 30 violazioni circa derivanti da comportamento in caso d’incidente.

Nel 2017 sono stati sottoposti a pre test per l’accertamento della guida in stato d’ebbrezza alcolica 23.435 persone; nonostante l’aumento dei controlli le violazioni derivanti dalla guida in stato d’ebbrezza alcolica hanno subito un leggero calo, passando da 51 nel 2016 a  43 nel 2017. Si è proceduto poi al ritiro di 188 patenti, 6 carte di circolazione ed alla decurtazione di oltre 10.600 punti dalle patenti. In aumento i ricorsi presentati nel corso del 2017 contro le sanzioni amministrative del Codice della Strada, 116 contro 96 del 2016 (quelli discussi dinnanzi al Giudice di Pace sono stati 69 mentre quelli presentati al Prefetto 47).

AUTOTRASPORTO
La principale finalità di tale attività di controllo è quella di garantire una regolare viabilità del traffico pesante sulle nostre strade attraverso la verifica della regolarità dei documenti, dei tempi di guida e di riposo degli autisti, l’efficienza dei loro veicoli e la posizione lavorativa e contributiva dei lavoratori. Tale attività è stata svolta in strada principalmente dal Nucleo Autotrasporto formato da operatori selezionati su base volontaria, anche in collaborazione con il Ministero dei Trasporti e la Motorizzazione Civile. Gli operatori appartenenti al gruppo specializzato hanno operato in stretta sinergia con l’ufficio amministrativo per la predisposizione e l’invio di tutte le comunicazioni e le attività di verbalizzazione alle imprese ai sensi della normativa vigente. Nel corso del 2017 sono stati effettuati 37 servizi mirati, contro i 31 dello scorso anno. Nel corso di tali servizi sono stati controllati 270 veicoli adibiti al trasporto conto terzi e conto proprio che hanno portato all’accertamento di circa 190 violazioni.

INFORTUNISTICA STRADALE
Durante il 2017 sono stati rilevati sull’intero territorio dell’Unione 843 sinistri stradali, 13 in più rispetto al dato dello scorso anno (830 sinistri).  429 sono stati gli incidenti con feriti e 408 senza feriti. Si evidenza che il dato dei sinistri con feriti risulta essere il più basso dal 2007 ad oggi. I sinistri stradali con esito mortale sono stati 6, dato purtroppo in aumento rispetto a quello dello scorso anno (+ 2) ma in calo rispetto agli anni 2014, 2013 e 2012.
Pressochè invariata, rispetto allo scorso anno, la classifica delle prime tre violazioni applicate in seguito alla rilevazione dei sinistri stradali: al primo posto la perdita di controllo del veicolo/distrazione/distanza di sicurezza (art 141 c. 2 del Codice della strada); al secondo posto, anzichè la mancata segnalazione del cambio di direzione o corsia da parte dei veicoli coinvolti (art. 154 c.8) presente al terzo posto, troviamo la mancata precedenza nelle intersezioni (art. 145 c. 4).
L’orario in cui si sono verificati più incidenti stradali rilevati è quello che va dalle 18 alle 19 poi quello dalle 17 alle 18. Al terzo posto la fascia oraria dalle 12 alle 13, la più ‘sinistrosa’ nel 2016.
In aumento, rispetto al 2016, i ciclisti  coinvolti nei sinistri stradali, rispettivamente 129 contro i 113 dell’anno precedente; in linea quelli con i pedoni, 38 contro 37.

  Totale sinistri Con feriti Solo danni Mortali
2007 1.124 604 518 2
2008 1.007 572 429 6
2009  860 492 362 6
2010  823 484 337 2
2011 849 483 363 3
2012 845 476 361 8
2013 876 476 409 7
2014 900 467 426 7
2015 876 461 412 3
2016 830 433 393 4
2017 843 429 408 6

EDUCAZIONE STRADALE       
Attività cui è stata data particolare importanza, anche nel corso dell’anno 2017, è stata quella dell’ educazione stradale nelle scuole di diverso ordine e grado.  Durante l’anno scolastico 2016-2017 sono state organizzate più iniziative sia per i bambini che per gli adulti; tra quest’ultime ricordiamo quella organizzata a Fossoli per le esercitazioni pratiche in bicicletta a cui hanno partecipato 830 alunni (contro i 561 del 2016) per un totale di 72 ore (contro le 50 del 2016).
E’ proseguita inoltre per gli adulti l’iniziativa formativa sul corretto utilizzo dei sistemi di ritenuta bimbi nell’ambito del progetto Mettiamoli al Sicuro in collaborazione con il personale del 118 e del Pronto Soccorso e l’iniziativa rivolta agli studenti stranieri presso le Scuole di Formazione per Adulti che ha visto la frequentazione di 60 partecipanti. Le classi delle scuole primarie e secondarie che complessivamente sono state coinvolte nelle lezioni sono state invece 56 con più di 1.200 alunni partecipanti e 112 ore di attività formativa.

LA SICUREZZA URBANA

ATTIVITA’ NUCLEO ANTIDEGRADO
Anche nel 2017 l’attività del Nucleo Antidegrado, la cui particolarità è quella di svolgere il servizio in abiti civili in modo da consentire di osservare comportamenti ed elevare violazioni non raggiungibili con la divisa d’ordinanza, è continuata su tutto il territorio dell’Unione, soprattutto nelle zone ad elevato rischio di problematicità, individuate dai rispettivi responsabili territoriali. Il Nucleo ha effettuato oltre 2.200 controlli con 450 pattuglie. Tali controlli sono stati svolti nelle aree mercatali, in parchi ed aree verdi, nelle piazze e nelle principali zone di aggregazione mediante la predisposizione di oltre seicento servizi diurni e serali in borghese prevalentemente a piedi, secondo un’equa distribuzione sui quattro territori dell’Unione.
Le principali attività di tale nucleo hanno riguardato l’accertamento delle violazioni in materia di degrado urbano e microcriminalità, come ad esempio il consumo di sostanze stupefacenti, l’accattonaggio, la vendita abusiva di merce, il disturbo della quiete pubblica, l’accertamento di violazioni ai Regolamenti comunali, gli atti vandalici, i danneggiamenti, la fruibilità dei parchi pubblici, l’abbandono di rifiuti, i furti di bici, ecc…Il Nucleo antidegrado ha collaborato con l’ufficio di Polizia Giudiziaria nell’attività di visione delle immagini di videosorveglianza, in particolare per i reati di furti di bici. L’attività sanzionatoria ammonta ad una novantina circa di violazioni di varia natura. Da segnalare una trentina circa di violazioni accertate per accattonaggio e questue moleste, una decina di violazioni per uso illegale e detenzione di sostanze stupefacenti, mentre 3 sono stati i sequestri amministrativi di merce a seguito di commercio abusivo su aree pubbliche. A partire dal mese di novembre i componenti del gruppo si sono ridotti a tre, tuttavia a partire dal mese di febbraio 2018 il nucleo verrà ricostituito ritornando nuovamente a quattro unità.

CONTROLLO DI VICINATO
Per quanto riguarda il Controllo di vicinato i gruppi costituiti sul territorio dell’Unione,  al 31 dicembre, sono 103 (al 31/12/2016 i gruppi erano 53).
In particolare i gruppi sono territorialmente così suddivisi:

CARPI 60
SOLIERA 24
NOVI di MODENA 8
CAMPOGALLIANO 11

L’espansione di questo progetto di sicurezza integrata è stato possibile grazie anche alla promozione, nel 2017, di 24 incontri serali. Anche la Regione, oltre ad aver finanziato un ulteriore progetto nel corso del 2017 che ci ha consentito l’acquisto di un ufficio mobile, ha contribuito alla diffusione dell’iniziativa tra i vari comandi della Polizia Locale. Nel corso del 2017 sono state ricevute da questo Comando da parte dei membri del Controllo del Vicinato 131 segnalazioni.

FONDO VITTIME DI REATO
Nel corso del 2017 l’Unione ha istituito un fondo, in presenza di determinati requisiti stabiliti dal Regolamento per la gestione del Fondo per il Risarcimento alle Vittime di alcune Fattispecie di Reato approvato anch’esso nel corso dell’anno, per risarcire dei danni subiti le vittime di reati predatori.A seguire, è stato stilato un protocollo d’intesa tra l’Unione ed i volontari del Controllo del Vicinato per la Gestione dello Sportello Sicuri Insieme con l’obiettivo di prestare supporto alle vittime dei reati. Tale attività, consistente nella gestione dell’iter istruttorio finalizzato all’emanazione del provvedimento di concessione di contributo per il risarcimento dei danni patiti in conseguenza del reato di tipo predatorio subito (furto, rapina, scippo), è iniziata a novembre 2017.
Al 31 dicembre sono state presentate 17 domande di risarcimento di cui 13 a Carpi e 4 a Campogalliano. Le principali tipologie di risarcimento hanno riguardato le riparazioni per danni in abitazione, la sostituzione di serrature e rifacimento delle chiavi dell’abitazione, la sostituzione di vetri e serrature dei veicoli e la duplicazione dei documenti d’identità.

FORME DI COMUNICAZIONE CON IL CITTADINO
Dal 2016 è stato attivato un apposito numero di cellulare (con creazione di profilo whatsapp) operativo dalle 7 all’1,25, al quale si possono inviare esclusivamente messaggi, anche con fotografie, per segnalare episodi di degrado urbano e problematiche legate alla circolazione stradale. I cittadini hanno inviato oltre 2.000 segnalazioni, oltre 5 ogni giorno, una in più al giorno rispetto al 2016.
Alla fine del 2016 si è proceduto alla creazione di un account Twitter (@PMTerredargine) con finalità di diffusione delle informazioni relative allo svolgimento delle principali attività condotte dalla Polizia Municipale, situazioni di emergenza ed anomalie nella sicurezza stradale, di promozione e pubblicizzazione di eventi ed iniziative. Grazie a tale mezzo di comunicazione sono stati fatti nel 2017 4.100 tweet e il profilo è stato seguito da 772 follower; le visualizzazioni sono state oltre un milione e mezzo e le visite del profilo oltre 55.000. Il tweet più popolare, recante il messaggio educativo sul comportamento degli automobilisti, ha avuto 15.000 visualizzazioni.

POTENZIAMENTO DELLE ATTIVITA’ SPECIALISTICHE

ATTIVITA’ DI POLIZIA EDILIZIA
Nel 2017 sono stati mantenuti i ritmi serrati dello scorso anno, effettuando circa 129 sopralluoghi per abusi edilizi in aumento rispetto al 2016. Tali interventi effettuati hanno comportato la trasmissione di 48 informative di reato all’Autorità Giudiziaria, di cui 43 per violazioni alle leggi in materia di edilizia e 5 per i reati di falso in atti. Le persone denunciate sono state 77 contro le 72 del 2016.

ATTIVITA’ DI POLIZIA AMBIENTALE
Nel 2017 sono aumentati i sopralluoghi in materia di polizia ambientale, comprensivi anche di quelli effettuati a seguito di segnalazione, che sono passati da 1099 a oltre 1200. Le sanzioni in tale ambito sono state circa centoquaranta.
Esse hanno riguardato, principalmente, la vigilanza per il corretto smaltimento di rifiuti compresi i veicoli abbandonati, le problematiche inerenti l’inquinamento acustico, pulizia fossati, aree incolte.

ATTIVITA’ A TUTELA DELLA LEGALITA’ ECONOMICA
Anche nel 2017 è proseguita l’attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale, della concorrenza sleale e della tutela del consumatore. A tal proposito i sopralluoghi e controlli eseguiti in materia sono stati circa 370. In particolare tra questi una ventina sono stati eseguiti per le violazioni in materia di commercio in sede fissa e circa 230 in materia di commercio su aree pubbliche. Circa una settantina i sopralluoghi effettuati in materia di somministrazione ed autorizzazioni dei pubblici esercizi ed artigiani.
Circa una quarantina, comprese le violazioni ai Regolamenti in materia, sono state le violazioni elevate in materia di tutela del consumatore e pubblica sicurezza, circa il doppio del 2016; 3 sono stati i sequestri amministrativi di merce eseguiti.

POLIZIA GIUDIZIARIA
Nel 2017 si è registrato un ulteriore incremento del dato relativo alla ricezione delle denunce-querele per furto di bici che da 140 presentate nel 2016 sono arrivate a circa 160. Ciò ha comportato un rilevante aumento dell’attività investigativa eseguita anche tramite l’utilizzo del sistema di videosorveglianza ( 95 circa) per cercare di risalire agli autori di reato. A fronte di tale attività 22 sono state le biciclette restituite ai legittimi proprietari. Circa una quarantina i reati accertati per violazioni al Codice della Strada, tra cui oltre 30 per guida in stato d’ebbrezza alcolica e 3 per fuga ed omissione di soccorso. In netto aumento, rispetto al 2016 l’attività di Polizia Giudiziaria con l’accertamento di 345 reati contro i 286 del 2016, di cui 156 a carico di maggiorenni, 8 a carico di minorenni, 141 a carico di ignoti e 10 di competenza del Giudice di Pace. Quasi triplicati i reati accertati contro la persona e la famiglia (lesioni personali, lesioni personali stradali, omicidio stradale, violenza privata, minaccia, maltrattamenti in famiglia) che, rispetto allo scorso anno, sono passati da 38 a oltre 95. In aumento anche i reati accertati contro il patrimonio (furto, appropriazione indebita, ricettazione) dove si è passati da 144 nel 2016 a circa 175 nel 2017.

ALTRE ATTIVITA’
Le sanzioni di Polizia Amministrativa accertate nel 2017 per violazione di leggi varie e Regolamenti sono state circa 400. Rispetto al totale delle violazioni circa 190 sono state elevate per mancato rispetto dei Regolamenti comunali (di cui circa 150 circa per violazioni a quello di Polizia Urbana) e circa 200 per violazioni a varie leggi regionali e nazionali. Tra le violazioni applicate ai sensi del Regolamento di Polizia Urbana circa 45 quelle in tema di accattonaggio e questua all’interno dei centri abitati, circa 25 quelle riguardanti la custodia di animali, circa una ventina quelle relative agli atti vietati su suolo pubblico e in aree verdi (come sputare, sedersi o sdraiarsi su pubblica via, soddisfare le necessità fisiologiche fuori dai luoghi destinati). Le segnalazioni ricevute dai cittadini, cui sono seguiti i relativi sopralluoghi, sono state oltre 2.000.
Per quanto riguarda l’attività amministrativa sono state rilasciate circa 730 autorizzazioni per sosta invalidi e redatte circa 760 ordinanze viabili, in linea con lo scorso anno. Oltre 3.900 circa, duecento in più rispetto allo scorso anno, sono stati i permessi temporanei rilasciati in deroga ai divieti di peso e di transito/sosta nelle zone a traffico limitato/aree pedonali e circa 320 i permessi permanenti in deroga al transito/sosta rilasciati nelle zone a traffico limitato/aree pedonali (contro i  403 dello scorso anno). Sempre nel 2017 sono state rilasciate 341 concessioni temporanee per occupazioni di suolo pubblico, mentre i provvedimenti di pagamenti rateali concessi a seguito d’istanza sono stati 109. Le pratiche di accesso agli atti gestite durante l’anno sono state 73  Notevolmente aumentati gli atti inviati a ruolo del Codice della Strada in quanto si è passati dai 2.736 inviati nel 2016 a 3.543 nel 2017. Gli accertamenti anagrafici eseguiti nel corso del 2017 sono stati oltre 6.000, in calo rispetto al 2016 (6.280).
Le richieste d’intervento raccolte da parte della nostra Centrale Operativa sono state infine oltre 7.200, circa 1.700 in più del 2016.