Comunicato stampa n.757/a (33/a-2018)

L’Unione delle Terre d’Argine ha indetto un Avviso ricognitivo per il ricevimento di candidature, finalizzate al conferimento di un incarico dirigenziale a tempo determinato (ex art. 110, comma 2, Dlgs n. 267/2000, ai sensi dell’art. 110 comma 2 del D.Lgs. 267/2000) per la realizzazione del progetto denominato Unione tra innovazione e sicurezza. Il termine per la presentazione delle domande scade il 15 maggio prossimo alle ore 12.30.
Sul sito web dell'Unione delle Terre d’Argine all’indirizzo
http://terredargine.it/atti-pubblici/bandi-di-concorso/12102-bandi-e-avvisi-di-selezione è possibile consultare e scaricare l’avviso integrale e il modulo per la domanda di partecipazione.
Per ulteriori informazioni rivolgersi al Settore Amministrazione e Sviluppo delle Risorse Umane dell’Unione delle Terre d’Argine (Corso A.Pio 91, Carpi, telefono 059 649762-759, fax. 059 649662; e-mail: ).
La ricerca di candidature per questo incarico è parte del progetto avviato da tempo di riorganizzazione del Corpo di Polizia Municipale dell’Unione: questa specifica figura professionale temporanea, straordinaria e strategica dovrà essere in possesso di competenze in materia di politiche di sicurezza, project management, di gestione delle relazioni e tecnico-amministrative. Questa figura professionale di nuova istituzione (e che si configura come un dirigente a progetto) una volta individuato opererà all’interno e in stretta collaborazione con il Corpo di Polizia Municipale; per la realizzazione del progetto e si avvarrà di tutto il personale appartenente al Corpo, con prevalenza di coloro che prestano attività nei presidi territoriali e si occupano di Polizia Giudiziaria, Nucleo Antidegrado e Centrale Operativa.
Il progetto Unione tra Innovazione e Sicurezza, approvato nei mesi scorsi dalla Giunta dell’Unione, punta a una sempre maggiore assunzione di responsabilità e di ruolo da parte dell’amministrazione locale nella tutela della sicurezza urbana quale diritto e bene sociale, operata nel rispetto delle diverse competenze dell’ente locale e delle forze dell’ordine. Il progetto si pone l’obiettivo di contribuire, attraverso interventi qualificati sulla propria organizzazione, a migliorare le condizioni di sicurezza nel proprio territorio. Inoltre si intende favorire la promozione di un sistema di politiche locali, partecipative, decentrate ed integrate tra soggetti ed attori pubblici, privati e del terzo settore. Gli strumenti individuati sono quelli legati alle attività territoriali e di rete che privilegiano strategie partecipative nel campo delle azioni di prevenzione, di contrasto e riparazione dei fenomeni di criminalità, inciviltà, disordine urbano diffuso, come l’importante esperienza del Controllo di vicinato che viene presa ad esempio dai territori vicini.