Approvato con Determinazione dirigenziale n. 803 del 26 Agosto 2021
La presentazione delle domande potrà essere effettuata esclusivamente online dal 6 settembre ed entro le ore 18.00 del 26 ottobre 2021

 


Richiamata la delibera di Giunta regionale n° 878 del 14.06.20, con la quale sono stati stabiliti i criteri e le modalità per la concessione dei contributi dei libri di testo per l'a.s. 2021/22 (Legge Regionale n.26/01 - Legge 448/98 - Legge 208/15).

SI RENDE NOTO CHE

È indetto un Bando pubblico per la concessione di contributi economici per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2021/2022.

1. Finalità

La Legge Regionale n. 26 del 8 agosto 2001 "Diritto allo studio ed all'apprendimento per tutta la vita”, titolo II, art. 3 prevede tra gli interventi volti a facilitare l'accesso e la frequenza scolastica e formativa anche la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo agli alunni della scuola secondaria di primo e secondo grado, ai sensi dell'art. 156, comma 1 del T.U. n. 297 del 16.04.1994 e dell'art. 27 della Legge 23.12.1998 n. 448 e relativi provvedimenti attuativi.

2. Destinatari

I contributi sono rivolti a studenti/esse delle scuole secondarie di primo e secondo grado dell’Emilia-Romagna appartenenti a famiglie che presentino un valore dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) 2021, in corso di validità rientrante nelle seguenti fasce:
1° fascia: Isee da € 0,00 a € 10.632,94
2° fascia: Isee da € 10.632,95 a € 15.748,78

Sono da considerarsi altresì destinatari dell'intervento gli studenti e le studentesse che adempiono all’obbligo scolastico – primi due anni delle scuole secondarie di II grado ai sensi dell’art. 1, c. 622 della L. 296/2006 e del D.M. 139/2007 art. 1 – attraverso la modalità di istruzione parentale di cui all’art. 23 del D.lgs. 61/2017, che rientrano nel suddetto valore Isee.
L’ISEE richiesto è quello per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni (coincidente con l’ISEE ordinario qualora il nucleo familiare non si trovi nelle casistiche disciplinate dall’art. 7 del DPCM 159/13). L'ISEE ordinario inoltre può essere sostituito dall'ISEE Corrente (con validità sei mesi) calcolato in seguito a significative variazioni reddituali conseguenti a variazioni della situazione lavorativa di almeno un componente del nucleo.
Il presente provvedimento non attiene agli alunni della scuola primaria, per i quali vige quanto previsto dall’art.156 comma 1 D.Lgs. n. 297/94.

3. Requisiti per la presentazione della domanda

- Essere studenti/esse frequentanti le scuole secondarie di primo e secondo grado, statali, private paritarie e paritarie degli Enti Locali, non statali autorizzate a rilasciare titoli di studio con valore legale oppure che adempiono all’obbligo scolastico – primi due anni delle scuole secondarie di secondo grado ai sensi dell’art. 1, c. 622 della L. 296/2006 e del D.M. 139/2007
art. 1 – attraverso la modalità di istruzione parentale di cui all’art. 23 del D.lgs. 61/2017;

- avere un'età non superiore a 24 anni – ovvero nati dal 01.01.97 (criterio non necessario in caso di studenti/esse con disabilità certificata ai sensi della L. 104/92);

- avere residenza in uno dei Comuni dell’Unione delle Terre d’Argine (Carpi, Campogalliano, Soliera, Novi di Modena). Per gli studenti immigrati privi di residenza si considera come residenza il comune di domicilio;

- frequentare scuole ubicate in uno dei Comuni dell’Unione delle Terre d’Argine, in altro Comune della Regione Emilia Romagna o al di fuori della Regione. In quest'ultimo caso gli studenti possono, in alternativa, presentare domanda presso la Regione/Comune dove si trova la scuola frequentata qualora la Regione sede della scuola applichi il “criterio della frequenza”.

Possono presentare domanda anche studenti non residenti nei Comuni dell’Unione e frequentanti scuole ubicate nell’Unione, qualora la regione di residenza applichi il “criterio della frequenza” oppure che, per la condizione di “pendolarismo”, siano esclusi dal beneficio da parte della regione di residenza. Nei casi in cui la Regione in cui gli studenti risiedono applichi il “criterio della residenza” gli stessi dovranno fare riferimento alle disposizioni stabilite dalla Regione/Comune di residenza;

- appartenere a nuclei famigliari che presentino un valore ISEE 2021, in corso di validità, rientrante nelle fasce indicate al punto precedente.

In ogni caso, come stabilito dagli indirizzi regionali per il diritto allo studio, permane il divieto di cumulabilità tra i benefici erogati dalla regione Emilia-Romagna e quelli erogati da altre regioni per la medesima finalità e per il medesimo anno scolastico e, comunque, finanziati a valere su risorse statali.

4. Modalità di presentazione delle domande

La richiesta di contributo dovrà essere effettuata da uno dei genitori, o da chi rappresenta legalmente il minore, o direttamente dallo studente se maggiorenne utilizzando esclusivamente la procedura on-line predisposta dalla Regione Emilia Romagna accedendo tramite credenziali SPID, o utilizzando la Carta d'Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) al sito internet: https://scuola.er-go.it che sarà operativo nel periodo di apertura del bando.
Nel caso di studente maggiorenne, la domanda può essere presentata anche dal genitore/tutore delegato dallo studente stesso.
La domanda dovrà essere presentata esclusivamente on-line, con richiamo esplicito al Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa (DPR 445/00 e ss.mm.) e nel rispetto del presente bando.

Per l’a.s. 2021/22 per presentare la domanda online l’utente può essere assistito gratuitamente dai Centri di Assistenza Fiscale (C.A.F.) convenzionati con ER.GO, il cui elenco è pubblicato sul sito: https://scuola.er-go.it
A supporto della compilazione è disponibile on line la GUIDA PER GLI UTENTI pubblicata nella pagina di primo accesso all'applicativo https://scuola.er-go.it

Al fine della presentazione della domanda sono necessari:
- una postazione collegata ad Internet
- disponibilità di un indirizzo e-mail;
- numero di cellulare con SIM attivata in Italia;
- attestazione ISEE 2021 in corso di validità, dalla quale risulti un valore ISEE rientrante nelle fasce suindicate. Qualora non si fosse in possesso del suddetto dato, solo nei giorni 25 ottobre e 26 ottobre fino alle ore 18.00 del sarà possibile inserire i dati di riferimento (protocollo e data) di presentazione della DSU;
- codice fiscale del genitore o rappresentante dello/a studente/ssa (o dello/a studente/ssa stesso/a se maggiorenne) che compila la domanda e codice fiscale del/della figlio/a per il/la quale si presenta la domanda;
- Codice IBAN: è consigliabile indicare come metodo di riscossione del contributo l’accredito su conto corrente, in quanto modalità più agevole e celere. Si fa presente che non potendo garantire il buon esito dei bonifici effettuati su carte Postepay o su libretti postali, queste tipologie di pagamento saranno effettuate d’ufficio in contante. Il codice Iban deve essere correttamente inserito in procedura. Nel caso in cui l'accredito su conto corrente non vada a buon fine, la modalità di pagamento sarà automaticamente trasformata in pagamento in contanti presso lo sportello del tesoriere.

5. Importo del contributo

L'effettivo importo del beneficio sarà successivamente definito dalla Regione Emilia-Romagna alla luce delle risorse disponibili e delle domande ricevute, soddisfacendo integralmente le domande ammissibili rientranti nella fascia Isee 1 e, successivamente, valutando l'opportunità di ampliare la platea introducendo i richiedenti rientranti nella fascia 2.
L'importo del beneficio è unitario, non è individuato in proporzione alla spesa sostenuta e non è soggetto a rendiconto.

6. Tempi per la presentazione delle domande

La presentazione delle domande potrà essere effettuata esclusivamente online dal 6 settembre ed entro le ore 18.00 del 26 ottobre 2021.
Esclusivamente dal 25 ottobre e fino alle ore 18.00 del 26 ottobre sarà possibile effettuare la domanda utilizzando il protocollo della Dichiarazione Sostitutiva Unica.

7. Controlli sulle dichiarazioni sostitutive prodotte

Ai sensi degli artt. 43 e 71 del DPR 445/2000 l’Unione effettuerà controlli sia a campione che in tutti i casi in cui vi siano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni rese dal richiedente in autocertificazione.
I controlli interesseranno almeno un campione non inferiore al 5% delle domande ammesse, con possibilità di richiedere idonea documentazione atta a dimostrare la completezza e veridicità dei dati dichiarati.
A tal fine il richiedente dovrà produrre tutta la documentazione che sarà richiesta.
In caso di dichiarazioni non veritiere il soggetto interessato decade dal beneficio ed è tenuto all’eventuale restituzione di quanto l’Ente ha già erogato. Resta ferma l’applicazione delle norme penali vigenti.

8. Informazioni sul procedimento

I richiedenti saranno informati con comunicazione sul sito web dell’Unione delle Terre d’Argine (www.terredargine.it) in merito all'importo del contributo che sarà determinato dalla Regione.

I richiedenti non ammessi riceveranno comunicazione scritta della non ammissione via email.

E' obbligo del richiedente aggiornare tempestivamente il Settore Servizi Educativi e scolastici in caso di cambiamenti di indirizzo, degli eventuali estremi bancari e di ogni altro dato che interessi la richiesta di beneficio.

Ai fini della L.241/1990 Responsabile del Procedimento è la D.ssa Margherita Guidetti;

9. Altre informazioni

Per informazioni di carattere generale è disponibile il Numero verde regionale 800 955 157 e la e-mail: formaz@regione.emilia-romagna.it


Per assistenza tecnica all’applicativo: Help desk Tecnico di ER.GO, tel. 051/0510168 e la e-mail: dirittostudioscuole@er-go.it


Per ulteriori informazioni le famiglie possono consultare il sito dell’Unione o rivolgersi dal 6 settembre 2021 agli uffici territoriali del Settore Istruzione, ai seguenti numeri:

Campogalliano: 059/899443 - serviziscolasticicampogalliano@terredargine.it
Carpi: 059/649710 - pubblica.istruzione@terredargine.it
Novi di Modena: 059/6789130- pubblicaistruzione@comune.novi.mo.it
Soliera: 059/568583 scuola@comune.soliera.mo.it

10. Trattamento dati personali

Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 denominato “Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali” (GDPR) si comunica che il titolare del trattamento è l’Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori (denominata ER.GO), come indicato nell'informativa pubblicata all'indirizzo: https://scuola.er-go.it/trattamento_dati

ALLEGATI

Bando pubblico
       Protocollo n. 55773 del 31/08/2021


 Determinazione dirigenziale n. 803 del 26 Agosto 2021

Visite: 997

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto