Il Piano di zona per il benessere e la salute 2009-2011

loghi

IL PIANO DI ZONA PER IL BENESSERE E LA SALUTE 2009-2011

DISTRETTO N. 1 DI CARPI – ASL MODENA
UNIONE TERRE D'ARGINE
COMUNE DI CAMPOGALLIANO
COMUNE DI CARPI
COMUNE DI SOLIERA
COMUNE DI NOVI DI MODENA
PROVINCIA DI MODENA

INTRODUZIONE

Il Piano Attuativo Annuale 2017 si pone come ultimo Piano attuativo del Piano di Zona Triennale per il Benessere e la Salute 2009-2011.
A seguito dell’approvazione da parte dell’Assemblea Legislativa del Piano sociale e sanitario 2017-2019, prende infatti avvio il nuovo percorso di programmazione a livello di Distretto che porterà all’assunzione del nuovo Piano di Zona triennale in grado di meglio rispondere a un contesto sociale in continua evoluzione.
Il Piano Attuativo 2017 si pone in continuità con i Piani Attuativi degli anni precedenti e per questo motivo si è deciso di semplificare la Scheda intervento, sintetizzandone i contenuti e dando conto delle novità introdotte.
Innanzitutto il Piano presenta alcuni cambiamenti nella programmazione dell’area anziani e dell’area disabili, accrescendo i posti di residenzialità accreditati.
In particolare per quanto concerne l’area anziani è previsto il progressivo superamento della situazione venutasi a creare a seguito del Sisma 2012. Il terremoto infatti ha determinato il venir meno della Casa Residenza Anziani e del Centro Diurno Rossi di Novi e la necessità di reperire tali posti all’interno delle strutture esistenti (posti extra-autorizzazione) e in strutture fuori dal Distretto. Questo Piano prevede di procedere, quando sarà ultimata, all’accreditamento provvisorio, ove ne ricorrano i requisiti e secondo quanto previsto dalla normativa regionale, di 60 posti presso la Casa Residenza Anziani che verrà costruita a seguito delle procedure di costituzione del diritto di superficie nell'area di via Don Minzoni a Novi. Nel contempo prevede di richiedere, coerentemente con quanto previsto dalla DGR 514/2009, ai soggetti istituzionalmente competenti, il rinnovo degli accreditamenti di 28 posti (di cui 4 temporanei per situazioni di gravissima disabilità acquisita ai sensi di DGR 2068/2004 e DGR 840/2008 o comunque ad alto carico assistenziale socio-sanitario) presso la struttura “Villa Aurora” di Reggiolo e di 21
posti presso la struttura “Le Robinie” di Correggio per ulteriori 3 anni, definendo nell’ambito dei contratti di servizio un aggiornamento annuale del fabbisogno che possa portare alla ridefinizione dei contenuti degli stessi, anche alla luce della suddetta realizzazione della CRA in territorio di Novi di Modena.
Inoltre è previsto che vengano avviate le procedure per l’accreditamento provvisorio di n. 20 posti di Casa Residenza per Anziani (di cui 12 regolamentati in apposito contratto di Servizio), al fine di avviare il percorso di riduzione progressiva dei posti extra-autorizzazione presenti nelle strutture del territorio dell’Unione Terre d’Argine che si completerà con la realizzazione della Casa Residenza Anziani a Novi di Modena.
Infine, sul territorio di Novi di Modena, al fine di ripristinare l’offerta dei servizi presenti prima del sisma, si procederà all’accreditamento provvisorio di 10 posti presso il Centro Diurno di Novi invitando direttamente ASP Terre d’Argine, gestore accreditato prima del sisma.
Per quanto concerne i ricoveri temporanei di sollievo viene prevista la possibilità di utilizzare un posto presso la Casa Residenza CISA nei posti dedicati alla demenza.
Per quanto concerne la programmazione dell’area disabili di procederà all’accreditamento di 12 posti al Centro socio-riabilitativo residenziale “Casa Sant’Ermanno” di Carpi, già autorizzata al funzionamento, procedendo ad invito diretto per motivi di continuità assistenziale.
Una importante novità introdotta, sempre nell’ambito della programmazione dell’area disabili, è quella connessa all’attuazione della legge del Dopo di Noi. A seguito dell’approvazione della legge a livello nazionale, la Regione Emilia Romagna ha proceduto all’assegnazione delle prime risorse ai Distretti chiedendo agli stessi di procedere alla definizione di una programmazione specifica, in raccordo con le associazioni presenti sul territorio.
Per quanto riguarda il contesto pluriculturale è stata introdotta una nuova scheda intervento visto che l’Unione Terre d’Argine svolge il ruolo di ente capofila del progetto Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) Area Vasta Modena 2017 – 2019 a seguito del finanziamento da parte del Ministero dell’Interno.
Il progetto prevede una capacità di accoglienza complessiva di 100 posti: Unione Comuni del Sorbara n. 18, Unione Terre di Castelli n. 33, Unione Terre d’Argine n. 31, Comune di Castelfranco Emilia n. 18.

file .pdf Piano attuativo 2017 - Schede intervento

file .pdf Quadro riepilogativo preventivo per il programma attuativo 2017

file .pdf Fondo Sociale Locale - Previsione di spesa 2017

file .pdf Fondo Sociale Locale – quota Risorse Statali - Previsione di spesa 2017

file .pdf Scheda ricostruzione quadro allargato interventi e servizi per non autosufficienza per fonte finanziamento , Distretto di Carpi anno 2017

file .pdf Quadro riepilogativo del finanziamento della spesa sostenuta per il programma attuativo 2016

file .pdf Immaginare e sostenere il futuro (Nuove generazioni e responsabilità familiari)

file .pdf Impoverimento: affrontare la crisi e contrastare povertà ed esclusione sociale (Contrastare la povertà estrema e l'impoverimento derivante dalla crisi economica) - spese e indicatori attività 2016

file .pdf Riconoscere e valorizzare il contesto pluriculturale (Integrazione sociale degli immigrati) - spese e indicatori attività 2016

file .pdf Sistema dei servizi (Accesso, servizio sociale territoriale, ufficio di piano, ….) - spese e indicatori attività 2016

file .pdf Quadro riepilogativo - Spesa 2016 FSL

file .pdf Scheda ricostruzione quadro allargato interventi e servizi per non autosufficienza per fonte finanziamento , Distretto di Carpi anno 2016

file .pdf Integrazione all’accordo di programma del Piano di Zona 2009-2011 per l’adozione del programma attuativo annuale 2017 del Distretto n. 1 in attuazione della Legge 8 novembre 2000, n. 328 e della Legge regionale 12 marzo 2003, n. 2

Visite: 3304

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto