Quasi un bimbo su due viene  iscritto  al  “nido” - Aumentate le classi nelle secondarie

Aumento dei bimbi nei “nidi”, calo degli alunni nelle primarie, boom di iscritti alle secondarie, specie quelle di secondo grado (7 classi in più): sono le variazioni registrate nell’anno 2019-2020 nella popolazione delle 84 scuole di ogni ordine e grado dell’Unione Terre d’Argine. Una popolazione sostanzialmente invariata, che sfiora le 15.800 unità (15.786: un’ottantina in più rispetto al precedente) registrando dati significativi su vari fronti: per esempio nella fascia da 0 a 3 anni quasi un bambino su due frequenta il “nido”, con un aumento percentuale sia delle iscrizioni – salita al 42,5% dei residenti, la più alta da decenni, ben oltre l’obiettivo europeo del 33% – sia dell’accoglimento delle richieste – l’87,3% a dicembre 2019, con aggiornamento delle liste d’attesa fino a marzo, e nuovi ingressi a fronte di rinunce, quindi con la possibilità che la risposta alla domanda si avvicini al cento per cento. Stesso discorso anche per la fascia d’età 3-6 anni, dove l’accoglimento delle richieste d’iscrizione alle scuola d’infanzia (c.d. “materna”) sfiora la totalità: la richiesta di iscrizioni ha riguardato il 95% dei bambini residenti nell’Unione – cosa che eguaglia il parametro europeo di soddisfazione degli aventi diritto – e tutte le domande sono state accettate.

Tali risultati per i bimbi da 0 a 6 anni - aumento del tasso di scolarizzazione e consolidamento del sistema territoriale integrato di educazione e istruzione – si devono anche un’offerta diversificata e flessibile, con sperimentazioni organizzative e innovazioni. In particolare, l’evidente aumento di richieste per il “nido” e gli altri servizi fino a 3 anni (+4,70%) si deve anche alla recente politica di contenimento delle rette, grazie anche a trasferimenti statali e regionali.

Quanto ai ragazzi con cittadinanza non italiana (anche se nati in Italia) sono nel complesso 3.078, pari al 19,49%, variamente distribuiti nelle fasce d’età (13,50 per cento nei “nidi”; 23,88 nelle “materne”; 21,93 nelle primarie; 19,70 nelle secondarie di primo grado; 15,60 nelle secondarie di secondo grado).

Crescono poi gli iscritti con disabilità certificata: 516, una media del 3,27% sul totale, con maggiore presenza nelle primarie (4,14%) e nelle secondarie di primo grado (3,68%).

Statistiche e dati completi sono disponibili sul sito dell’Unione


 
ALLEGATI: TABELLA OFFERTA FORMATIVA - L’OFFERTA EDUCATIVA NELL’UNIONE TERRE D’ARGINE

  • 11 “nidi” e uno “spazio bambini” comunali;
  • 3 “nidi” privati convenzionati con l’Unione;
  • 1 nido privato non convenzionato
  • 9 scuole d’infanzia comunali (con 29 sezioni);
  • 15 scuole d’infanzia statali (con 55 sezioni, una in meno)
  • 11 scuole d’infanzia paritarie autonome (31 sezioni, una in meno)
  • 22 scuole primarie, delle quali 2 paritarie (226 classi)
  • 8 secondarie di  I grado, delle quali una paritaria (137 classi, 2 in più)
  • 4 secondarie di II grado, tutte a Carpi (197 classi, 7 in più)

TOT.  84 STRUTTURE

file .pdf Scarica il comunicato in formato .pdf

Visite: 178

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto