Per lesioni personali: in una lite l'altro ha avuto un braccio rotto
Lugli: «Se non dissuadono, utili alle indagini»


La Polizia Locale dell'Unione Terre d’Argine ha denunciato alla magistratura, per il reato di lesioni personali, un cittadino straniero residente a Carpi, a conclusione di un’indagine partita dopo una violenta lite fra due uomini, avvenuta giorni fa nei pressi di piazza dei Martiri.

Gli agenti in servizio in Centro storico erano intervenuti nell'imediatezza dei fatti, e dopo aver attivato i soccorsi per il giovane rimasto ferito (cui era stata poi riscontrata la frattura di un braccio), hanno iniziato le attività di ricerca dell'altro. Così nei giorni seguenti, grazie ad attività di controllo del territorio, all’analisi di immagini della videosorveglianza e a testimonianze raccolte, la Polizia Locale ha individuato il presunto responsabile dell'episodio (persona nota agli agenti avendo precedenti penali).

Commenta l'Assessore alla Sicurezza Mariella Lugli:«Come abbiamo sempre sostenuto nel dar vita al progetto del nuovo sistema di videosorveglianza - ripreso a pieno regime dopo la fase di sospensione per emergenza Covid - le telcamere presenti e quelle che verranno istallate o sostituite diventano uno strumento prezioso durante le indagini che le forze dell'ordine svolgono in seguito a reati commessi. La tecnologia, con le telecamere ad alta definizione come quella presente sul luogo dell'aggressione, ha infatti permesso di denunciare il responsabile dei fatti. Se dunque per certe persone non serve come dissuasione dal commettere illeciti, sappiano che è molto efficiente per la loro individuazione.»

Visite: 19

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto