L’Ente ha ricevuto un significativo riconoscimento in occasione del “Premio Agenda Digitale dei Comuni e delle Unioni di Comuni dell’Emilia-Romagna 2022” per aver investito molto nell’organizzare processi e servizi digitali.



Anche l’Unione delle Terre d’Argine è nella rosa dei 37 enti locali dell’Emilia-Romagna che si sono distinti per la realizzazione di sistemi digitali avanzati, nei territori di competenza. Il Presidente dell’Unione, Enrico Diacci, ha ritirato, lunedì 10 ottobre 2022, l’importante riconoscimento nel corso della cerimonia “Agenda Digitale 2022”, organizzata a Bologna dalla Regione Emilia Romagna, secondo le misurazioni a cura dell’indice regionale Digital Economy and Society Index Emilia-Romagna.

L’Unione delle Terre d’Argine, tra i suoi obiettivi programmatici, ha infatti da tempo avviato un percorso finalizzato alla digitalizzazione dei servizi pubblici a beneficio della propria comunità di riferimento e di soggetti esterni che si interfacciano con l’Unione e con i Comuni ad essa aderenti. Nello specifico, attraverso lo sviluppo delle piattaforme abilitanti AppIO, SPID e PagoPA si è puntato alla riduzione dei tempi e alla semplificazione delle modalità di accesso dei servizi al cittadino; un percorso da affinare e completare, ma che ha consentito di compiere numerosi passi in avanti in termini di “maturità digitale” del territorio.

grafico desier


Cosa è l’indice Desier?

L’indice di digitalizzazione utilizzato, denominato Desier (promosso da Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna,  in collaborazione con Art-ER Scpa e Lepida Scpa), è un sistema di indicatori che ha l’obiettivo di misurare il livello di digitalizzazione dei 328 Comuni regionali, e  nasce con l’idea di portare a livello locale e comunale l’indice Desi (Digital Economy and Society index), prodotto annualmente dalla Commissione Europea, attraverso cui vengono monitorati i progressi compiuti dagli Stati membri nel settore digitale.

L’indice Desier è costituito da 60 indicatori suddivisi in 4 dimensioni e ulteriori sottodimensioni: Capitale Umano, Connettività, Integrazione delle tecnologie digitali, Servizi pubblici digitali.

In particolare, per Capitale Umano si intendono le competenze digitali nel territorio, la formazione superiore e il mercato del lavoro in ambito tecnico scientifico, l’utilizzo di Internet e la presenza di specialisti ICT. Passando alla Connettività si fa riferimento alla copertura e all’utilizzo della banda fissa e mobile, mentre le Integrazione delle tecnologie digitali, si traducono in e-business e impatto sul mercato del lavoro. Infine,  per quanto riguarda i Servizi pubblici digitali, questi comprendono i dati e la loro interoperabilità, l’utilizzo dell'e-government e l’impatto sulla digitalizzazione pubblica.

L’Unione, un territorio sempre più digitale

I dati raccolti ed elaborati graficamente, evidenziano come l’Unione Terre d’Argine si sia distinta a livello regionale, in termini di performance digitali“Aver investito in maniera proattiva - ha dichiarato il Presidente UTd’A, Enrico Diacci -  sull’utilizzo delle piattaforme abilitanti ha rappresentato un importante traguardo per l’inclusione sociale e culturale del nostro territorio. Queste tecnologie ci hanno offerto innumerevoli possibilità di miglioramento, sia nella nostra organizzazione interna sia nei rapporti con la comunità di riferimento, grazie ad una maggiore consapevolezza e promozione dei diritti di cittadinanza digitale”.

Visite: 419

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto