A partire da lunedì 25 marzo e fino a lunedì 22 aprile prossimo, si raccolgono le domande online per l’iscrizione ai nidi d’infanzia comunali e convenzionati di Campogalliano, Carpi, Novi di Modena e Soliera per l’anno scolastico 2024/2025.

Tutte le famiglie possono seguire le istruzioni per la presentazione della domanda di iscrizione, che dovrà essere inoltrata online accedendo al Portale dedicato https://portale-terredargine.entranext.it/servizi-scolastici/nuova-richiesta tramite SPID.
Solo chi è realmente impossibilitato potrà presentarla direttamente all’ufficio scuola del proprio comune di residenza, previo appuntamento telefonico. Le informazioni utili per l’acquisizione dello SPID, le informazioni sui nidi d’infanzia, il Regolamento dei Nidi di Infanzia Comunali dell’Unione delle Terre d’ Argine, i criteri per la formulazione delle graduatorie e il disciplinare delle tariffe, sono disponibili sul sito https://servizi06.terredargine.it e sui siti Internet dei 4 Comuni dell’Unione.

Chi è già iscritto al nido non deve presentare una nuova domanda, ma chi lo desidera potrà richiedere il trasferimento presso un altro nido per l’anno scolastico 2024/2025.

In riferimento alla Delibera Giunta Regionale 1701/23 e Delibera di Giunta Unione Terre d’argine 20/24 saranno disponibili anche alcuni posti presso i nidi privati dell’Unione a cui potranno accedere dalle graduatorie pubbliche le famiglie con ISEE inferiore a 40.000 Euro in base all’ordine di graduatoria dato dal punteggio attribuito (criteri per la formulazione delle graduatorie - Delibera di Giunta Unione Terre d’Argine n.25/24).

Si ricorda che, in base alla Legge 119 del 2017 e s.m.i., le vaccinazioni obbligatorie dei bambini costituiscono requisito di accesso ai servizi educativi. Per questo motivo, i nomi dei bambini iscritti saranno trasmessi all’Asl di competenza per il controllo dello stato vaccinale e, in caso di mancata vaccinazione, i bambini non saranno ammessi al servizio.

Nelle settimane successive le domande presentate saranno ordinate in graduatorie, che verranno poi pubblicate sul sito web dell’Unione Terre d’Argine ed esposte presso gli Uffici Scuola territoriali (dal 6 al 11 maggio 2024). Nel medesimo periodo potranno essere presentati per iscritto eventuali ricorsi, nel caso si riscontri un’errata attribuzione del punteggio o nel caso siano intercorse modifiche rispetto a quanto precedentemente indicato sul modulo. Esaminati i ricorsi, entro il mese di maggio saranno pubblicate le graduatorie definitive ed entro il mese di giugno e durante i mesi estivi (in riferimento a eventuali rinunce) si procederà all’assegnazione dei posti disponibili.

I nidi d’infanzia si potranno visitare sabato 6 aprile 2024 dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Le tariffe massime (stabilite per le famiglie che superano i 35.000 euro di Isee) per la frequenza del nido d’infanzia sono di 430 euro al mese per il tempo normale e di 350 euro per la frequenza part-time. In tutti gli altri casi sarà possibile ottenere un’agevolazione tariffaria presentando l’Attestazione Isee presso gli uffici scuola del proprio Comune, prima dell’inizio della frequenza: le tariffe minime, riservate a chi possiede un Isee inferiore o uguale a 12.000 euro, sono di 75 euro al mese per il nido a tempo normale e di 55 per il part-time.

Queste le dichiarazioni di Paola Guerzoni, assessore alle Politiche Educative e Scolastiche dell’Unione Terre d’Argine: “L’occasione dell’apertura delle iscrizioni ai nidi di infanzia mi permette di esprimere grande soddisfazione per questi nostri servizi. Il totale dei bambini frequentanti i nidi e servizi educativi alla prima infanzia nell’Unione è a fine 2023, pari a 918. Negli ultimi anni, nonostante gli effetti post-pandemici e la crisi economica, abbiamo aumentato il numero dei posti di nido: +44 bambini frequentanti rispetto allo scorso anno, +96 negli ultimi due anni, +154 negli ultimi tre. Ad inizio del mandato i posti nei servizi educativi alla prima infanzia erano 798, di cui 691 presso nidi pubblici o in convenzione con il pubblico. A fine mandato i posti complessivi sono aumentati di 120 unità, quelli pubblici sono ora ben 813 (con un aumento complessivo quindi di 122 unità). Crescono ancora le domande delle famiglie del servizio, con un tasso di educazione (rapporto tra bambini frequentanti i servizi alla prima infanzia / bambini residenti in età) che raggiunge Il 47,13% dei bambini residenti in età 0-3 anni nel territorio dell’Unione delle Terre d’Argine (in aumento di 2,7% rispetto all’anno scorso, ed in crescita in tutti e 4 i Comuni dell’Unione Terre d’Argine). Questo dato è tra i migliori a livello nazionale ed è molto significativo anche nell’intero contesto UE. Siamo consapevoli che, visto il forte apprezzamento dei nostri nidi di infanzia da parte delle famiglie (che nell’ultima indagine sulla soddisfazione hanno raggiunto la valutazione complessiva di 9,1 su 10) dobbiamo lavorare ancora per dare una risposta piena ai richiedenti ed ‘annullare’ le liste di attesa ancora presenti sul nostro territorio. Possiamo comunque rassicurare le famiglie che quasi 9 bambini su 10, nel corso dell’anno educativo troveranno accoglienza presso i nidi comunali, in appalto o convenzionati con l’Unione Terre d’Argine. Chiediamo alle famiglie di pazientare se l’assegnazione non avverrà subito tra giugno e luglio prossimi, le liste di attesa vengono infatti storicamente scorse nei mesi anche successivi. Continuiamo, quindi, ad investire su servizi alla prima infanzia di grande qualità in tutta l’Unione, grazie anche alle risorse messe a disposizione dallo Stato, dalla Regione e dall’Unione stessa.

Visite: 300

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto