Al via, il 2 dicembre 2023, una mattinata di confronto nella Sala Duomo, di Carpi, organizzata dal  Tavolo permanente della disabilità, al quale fanno parte attivamente tutte le associazioni che operano in questo ambito, gli assessori, alcuni operatori del Servizio Sociale in rappresentanza dell’area Handicap e la responsabile dell’area Fragili dell’AUSL. 

 

La sessualità e l’espressione sessuale delle persone disabili continuano ad essere controverse e gravide di pregiudizi. Vi sono barriere di natura attitudinale cosiddetti ‘generali’, ossia atteggiamenti e comportamenti di familiari, operatori e specialisti che denotano una tendenza a disconoscere o misconoscere il diritto all’espressione di una naturale (in senso di biologica) sessualità da parte delle persone con disabilità complessa.

 

La persona con disabilità viene vista come l’eterno bambino, persona asessuale o riconosciuta nella sua sessualità e affettività solo nei comportamenti problema.  Vi sono poi barriere di tipo attitudinale ‘specifico’: gli adolescenti disabili hanno meno contatto con i compagni al di fuori del contesto scolastico e/o familiare,  con la conseguenza che anche nella fase successiva della vita le persone con disabilità usufruiscono di una rete sociale di supporto e di relazioni amicali ed affettive decisamente meno estesa e gratificante.

 

Affermare dunque l’importanza del sostegno all’affettività e alla sessualità nelle persone con disabilità, attraverso una cultura del ‘differente’ che però garantisca gli stessi diritti pur declinati nell’individuale, diventa doveroso dal punto di vista etico, legislativo ma anche tutelante per il benessere psicofisico. 

 

La sessualità è legata infatti a due dimensioni fortemente intrecciate tra loro: una rimanda alla relazione, al desiderio di incontro e scambio globale, ai sentimenti d’amore e d’affetto (componente relazionale); l’altra a componenti quali la genitalità, l’erotismo, la corporeità, la ricerca del piacere (componente fisica).

Parliamo di un comportamento appreso e come tale necessita di apprendimento, ma è un apprendimento che nasce da lontano, da quando si è piccoli, prendendo consapevolezza della propria identità e ruolo di genere fino all’orientamento sessuale e alla capacità di stare con gli altri in modo adattativo.

 

Con queste motivazioni  il Tavolo permanente della disabilità dell’Unione delle Terre d’Argine, ha deciso di organizzare un convegno su questo tema che si terrà il prossimo 2 dicembre, la lectio magistralis è stata affidata al prof.re Angelo Lascioli, docente in Didattica e Pedagogia Speciale all’Università degli Studi di Verona. A questo intervento, seguirà una testimonianza  di gruppo di auto-aiuto sul tema, un progetto finanziato dall’associazione USHA Carpi, in collaborazione con la cooperativa “Anziani e Non Solo”.

 

"In occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità abbiamo organizzato 2 momenti seminariali  -  dichiara Tamara Calzolari, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Carpi - per discutere di argomenti che sono al centro delle preoccupazioni delle famiglie che affrontano quotidianamente le difficoltà legate alla disabilità.  Il primo ha riguardato l'invecchiamento delle persone disabili in una prospettiva del dopo di noi che innova i servizi, sabato invece ragioneremo insieme ad esperti del tema dell'affettività. In questi giorni in cui si è tanto parlato  della gestione dei sentimenti  e delle relazioni è giusto non dimenticarsi  del tema quando riguarda le persone con disabilità che spesso hanno bisogno di essere accompagnate insieme alle loro famiglie nell'affrontare i cambiamenti delle loro pulsioni.

Il Tavolo delle disabilità dell'Unione in cui siedono i rappresentanti delle istituzioni socio sanitarie e delle  associazioni dei disabili e delle loro famiglie, ha fatto un lavoro importante durante l'anno su questi ed altri temi con l'obiettivo di collaborare a rendere sempre migliore le condizioni di vita dei nostri concittadini speciali e a tutti loro va il mio più sentito ringraziamento per l'impegno costante in questa direzione".

 

 

 

Locandina

Visite: 2578

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto